L'esperto Semalt condivide una guida per escludere robot e ragni di ricerca dai rapporti di Google Analytics

Il rapporto di Google Analytics sul traffico web è un vantaggio per il proprietario di un sito Web. Tuttavia, a volte può essere una battaglia senza fine tra il bene e il male. Alcune persone potrebbero non essere consapevoli del fatto che alcuni dei dati sul traffico contenuti nel rapporto di Google Analytics provengono da robot. Bot e spider online sono dietro i report di dati distorti in GA. Hanno il potenziale per influenzare il modo in cui i dati si descrivono, il che può essere dannoso per la salute della campagna di marketing e delle decisioni successive.

Tuttavia, i proprietari dei siti non dovrebbero preoccuparsi molto perché esiste un modo per rilevare e sbarazzarsi del traffico generato da ragni e robot. Ciò significa che le informazioni fornite da Google Analytics saranno molto più affidabili dopo l'implementazione di queste attività. Non esiste un modo certo per impedire a un bot di spam di raggiungere un sito Web. Anche così, c'è un modo in cui gli utenti possono escludere lo spam e il traffico dei bot di ricerca dai report. Una grande percentuale di questi robot è sensibile a questi metodi.

Seguendo la guida all'implementazione di Jason Adler, il principale esperto di Semalt , si può aumentare il valore e l'affidabilità del numero alternativo di visite registrate.

L'uso delle informazioni da un report privo di bot lo rende più affidabile. Inoltre, consente al proprietario di convalidare le piattaforme visitatori. Picchi e depressioni diventano evidenti e chiari nei grafici creati.

Google Analytics utilizza JavaScript. È stato difficile per i bot di ricerca e spam eseguire la scansione di JavaScript. Mentre la tecnologia continua a evolversi, lo sono anche gli sviluppatori di bot. Ora, i robot spam possono individuare le vulnerabilità in JavaScript e scansionarle per ottenere informazioni. Esistono diversi robot che Google Analytics esclude dalla sua analisi. Tuttavia, ce ne sono anche molti che amano i siti Web di spamming e la rottura dei server, il che significa che verranno comunque visualizzati nei dati di analisi.

Come escludere i robot dei motori di ricerca in Google Analytics

È ora possibile filtrare i dati sul traffico verso un sito Web, per vedere quali di essi provengono da attività umane naturali e quelli che provengono da spam e bot di ricerca. Il potere di farlo è nella funzione di escludere tutti i colpi da robot e ragni noti. È una casella di controllo nella sezione Visualizza amministratore in GA.

I passaggi da seguire per escludere tutti i robot e ragni noti

1. Creare una vista "test" in Google Analytics

Consente all'utente di apportare le modifiche desiderate mantenendo l'integrità dei propri dati originali nella vista principale. Funge anche da fonte di confronto in modo che il proprietario possa identificare le modifiche in atto dopo l'esclusione. Con risultati soddisfacenti, ora escludi i robot dalla vista principale.

2. Elimina robot e ragni

Passa alla sezione Amministratore dello strumento Google Analytics, seleziona Visualizza impostazioni e seleziona l'opzione per escludere tutti gli hit da bot e spider. Dopo aver completato ciò, il traffico sarà ora libero da tutto il traffico di bot di ricerca e spam, rendendo più semplice e chiaro riferire sul traffico umano.

3. Annota su Google Analytics

Creare annotazioni nei grafici GA per prendere nota di eventuali cadute di traffico dopo l'implementazione dell'esclusione del bot di traffico.

Conclusione

Si può notare una riduzione del traffico, che dipende tutto dalla quantità di traffico generato dai bot. La vista di prova e la vista principale aiuteranno a individuare dove diminuisce il traffico rendendo i rapporti più affidabili.